Il Museo

Il 19 settembre 2013 è stato inaugurato, presso il Teatro Ermanno Fabbri, la prima sezione del Museo del Cinema Antonio Marmi, grazie all’operare congiunto della famiglia Marmi che mette a disposizione del pubblico la raccolta, del Comune di Vignola che ne rende possibile l’allestimento permanente in locali di prestigio e della Fondazione di Vignola che ha contribuito a sostenere il progetto.

Uno scorcio del Museo

Uno scorcio del Museo

Dalla ricca collezione di macchine, strumenti e oggetti relativi al cinema che Antonio Marmi ha raccolto nel corso degli anni, è qui presentata un’ampia selezione di “pezzi” rappresentativi del Precinema o Archeologia del Cinema, periodo che precede e accompagna le prime proiezioni dei fratelli Lumière. Sono esposti diversi giochi ottici o giochi filosofici quali Polyorama Panoptique, Folioscopio, Prassinoscopio, oltre alle Lanterne magiche, prime vere macchine da proiezione, e ai loro suggestivi vetri dipinti a mano che con il perfezionarsi della fotografia vengono man mano sostituiti dalle lastre fotografiche. L’esposizione, che comprende anche alcuni rari esemplari di macchine fotografiche, si conclude, per il momento, con la presentazione delle prime cinecamere e dei primi proiettori prodotti fino agli anni ’20 del 1900.

Questo primo allestimento sarà integrato da ulteriori sezioni che permetteranno di seguire la storia del cinema attraverso la conoscenza delle macchine da ripresa e da proiezione, la visione dei manifesti e delle locandine, delle pellicole e di altri documenti dei periodi successivi.

A completamento verranno predisposti percorsi laboratoriali per la comprensione dei principali processi scientifici che stanno alla base della settima arte.